Le bulbose nelle quattro stagioni   

FLORIANA BULBOSE   -  Monte Porzio Catone (Roma)

 

 

 

 

Home  -   Cataloghi  -  Contatti

__________________________

 

 

 

 

ESTATE  -  BULBI MISCELLANEI  pagina 5

 

 

SUMMER  - MISCELLANEOUS BULBS  page 5

 

 

 

 

 

Le Alstroemeria venogo anche chiamate Gigli degli Inca. Sono originarie delle zone andine e sfoggiano splendidi colori ed interessantissimi disegni nei numerosi fiori.

     Il vero Amaryllis è una pianta sudafricana. Nelle sue varie forme la specie Amaryllis belladonna viene coltivata in Italia ormai da molti secoli. Fiorisce tra la fine di Luglio e Settembre. Le foglie emergono in autunno e d'inverno superano bene lievi gelate. Informazioni dettagliate si trovano ne "Il Sentiero dei Bulbi".

       Una piccola pianta  iridacea dall'Est Africa con deliziosi fiorellini asimmetrici.

   La Bessera  è una pianta da coltivare in vaso, unica nella forma dei fiori che sbocciano verso la fine dell'estate ed in autunno.

Sono moltissime  le varietà di Caladium, ma quasi nessuno le coltiva in Italia. Questa è un'altra di quelle piante non più di moda. Ma sono piante  generosissime  per  la  coltivazione  annuale  in contenitori da tenere all'aperto da maggio ad ottobre. Le fantastiche colorazioni  delle foglie  diventano  molto  più accentuate quando i vasi sono esposti per tre o quattro ore al sole durante la mattina. Conviene togliere i boccioli dei fiori per stimolare ulteriormente lo sviluppo del fogliame.

   

     Questa Commelina non è infestante. I suoi fiori blu celeste sono molto attraenti.              

    La pianta fa parte della famiglia delle Amaryllidaceae del Perù.     All'inizio dell'estate è molto interessante la fragranza dei suoi fiori. 

 

L'Eucharis amazonica è una pianta affascinante.       Proviene dalle valli vicino alle sorgenti del fiume che gli ha dato il nome. Il bulbo permette alla pianta di superare momenti di siccità, ma in condizioni adeguate la pianta non perde il suo bellissimo fogliame verde scuro.   Da noi viene coltivata in vaso in un posto luminoso, ma non direttamente al sole. Ottimi risultati possono essere ottenuti collocando il vaso in bagno o in cucina, dove approfitta dell'umidità elevata dell'aria. Fiorisce una volta all'anno, generalmente a fine estate o in autunno, con fiori di rara bellezza e fortemente profumati verso sera a temperatura adeguata.

Gli eremuri esigono un suolo ben drenato, meglio se in lieve pendenza per evitare ristagni.

Gli Eucomis provengono dal Sud Africa e assomigliano a piante di ananas. I numerosi fiori durano moto a lungo.

 

 

 

Sulle  ultime  due  pagine dedicate  alle  bulbose  a  fioritura  estiva  si vuole  qui  dare  la possibilità di rendersi conto della diversità di forme e di colori di geofite ornamentali  meno conosciute.

Purtroppo non è possibile far vedere su questo sito almeno una immagine delle bulbose di ogni  genere presente nel catalogo primaverile di  FLORIANA BULBOSE.   Pertanto si consiglia di guardare le rappresentazioni delle specie e delle cultivar dei singoli generi nel Catalogo 1 on-line (vedi) .

 

 Le specie di Arisaema fioriscono in tarda primavera o all'inizio dell'estate.  Sono piante difficili da coltivare, ma affascinanti come poche altre.

                            

   Le specie e selezioni di Babiana sono molto colorate e  fiorefere.

                            

Le varie forme  di Bletilla striata non  sono  affatto  difficili  da  coltivare.     Si consiglia  di allevarle in un posto parzialmente ombreggiato o in vaso per poter regolare  l'esposizione al sole diretto.     Così come le specie di Pleione, sono orchidee di terra con tuberi che possono essere conservati bene in stato di dormienza.

     

I Calochortus provengono dall'America Settentrionale. Esigono un suolo siccitoso e permeabilissimo. I fiori si aprono verso il sole con fantastici disegni su sfondo bianco, giallo o celeste. Sono adatti per la coltivazione in ciotole o tra le pietre di un giardino roccioso nel quale possono essere osservati bene i singoli fiori. I bulbi sono disponibili già in autunno dal Catalogo 4.

Le canne sono originarie di zone tropicali del Sud America e pertanto non sopportano le gelate invernali.  Si sviluppano velocemente in suoli umidi e ricchi. Con il loro splendido fogliame e le vistose infiorescenze possono costituire un significativo contributo esotico ai giardini assolati. 

I Crinum delle zone temperate e calde dell'emisfero meridionale costituiscono la splendida controparte ai Lilium del emisfero boreale. Sono delle Amaryllidaceae con vistosi grandi fiori su piante robuste cresciute da bulbi di notevoli dimensioni. Ultimamente vengono aggiunte nuove e nuove cultivar.

Le numerose varietà di Hippeastrum, della famiglia delle Amaryllidaceae,possono fiorire in momenti diversi dell'anno, ma il periodo normale è quello della tarda primavera o l'inizio dell'estate. Sono piante originarie dell'America Meridionale, frequentemente chiamate, erroneamente, Amaryllis. Questo nome è però stato riservato all'Amaryllis belladonna, originaria a sua volta dell'Africa del Sud. I bulbi di Hippeastrum vanno collocati in vasi di sufficiente dimensione, con la punta leggermente sopra il livello del suolo. La prassi di coltivare queste splendide bulbose in vasi troppo piccoli è giustificata solo dal desiderio dei rivenditori di non far sopravvivere il bulbo e poter così vendere altri condannati alle sofferenze nell'anno successivo. Le cultivar tradizionale non sono rustiche e devono essere collocate durante l'inverno in un luogo protetto ed innaffiate poco. Ultimamente sono state però selezionate delle varietà, chiamate "Sonatini", le quali possono essere coltivate liberamente in giardino allo stesso modo delle Amaryllidaceae rustiche come i narcisi o i veri gigli.

Viene erroneamente chiamata Habranthus robustus  la  Zephyranthes carinata  che può essere coltivata in un terreno molto permeabile in pieno sole. Si tratta di una bulbosa molto divertente. Si pianta in gruppi assai fitti in vasi o piena terra. Cresce lentamente, emette foglie sporadiche e aspetta la buona pioggia (o l'annaffiatura abbondante).  Pochi giorni dopo tale evento esplode in una copiosa fioritura, per ritornare di nuovo in uno stato quasi di letargo, aspettando che il terreno venga di nuovo percolato con acqua e la fioritura possa ripetersi. Spiegazioni sui nomi (anche Fiori della Pioggia) si trovano nelle schede tecniche (vedi) e ne 'Il Sentiero Verde dei Bulbi' nel sito www.floriana.ws.

 Le galtonie sono originarie del Sud Africa. Vengono anche chiamate Giacinti estivi. Possono avere fiori bianchi, giallastri o verdognoli.

 

 

 

 

Gli acquisti devono essere effettuati dai Cataloghi 1, 5 e 7 del sito www.florianabulbose.com.

 

BACK                           HOME

                                                          

                                         NEXT